Formazione professionale

Siamo animati dal proposito di diffondere la cultura della relazione con il cliente nelle aziende ed aiutare le stesse ad ottimizzare e migliorare i processi aziendali che coinvolgono i consumatori.

Per perseguire tale scopo organizziamo workshop e seminari gratuiti, online ed offline, che divengono, oltre che un momento di apprendimento, un’ occasione per conoscere altri imprenditori e scambiarsi idee e pareri.

Vuoi partecipare ai nostri corsi?

Contattaci a info@crmvillage.biz oppure compila il form sottostante:

F.A.Q.

Formazione per principianti

Tipicamente le fasi principali sono: analisi dei bisogni, piano di sviluppo per step, implementazione e integrazione dei sistemi principali presenti nell’organizzazione, formazione, verifica dei risultati e riprogrammazione verso nuovi bisogni da soddisfare. I progetti possono durare molti anni e possono cambiare nel tempo come le organizzazioni che li utilizzano.

Prima di tutto l’esperienza ed il Know How di chi me lo sta proponendo (ad esempio il numero di progetti implementati o le referenze a disposizione). In secondo luogo il tipo di applicativi che mi vengono proposti: meglio evitare soluzioni proprietarie e soluzioni prodotte in paesi in cui le legislazioni in tema di gestione del dato sono diverse da quella italiana e/o europea. Infine la prossimità, il produttore e l’organizzazione che mi propone la soluzione devono essere vicine culturalmente e fisicamente al cliente per non incorrere nel rischio di installare programmi molto belli ma del tutto fuori contesto rispetto alla realtà di chi li utilizza.

Per il semplice motivo che contengono il vero patrimonio aziendale, i dati dei tuoi clienti. Le organizzazioni aziendali valgono in quanto riescono a soddisfare ed accrescere la propria base clienti. Se questi dati sono a rischio lo è anche il core aziendale come il futuro aziendale.

In realtà è vero il contrario, in quanto il codice sorgente essendo aperto consente a tutti di verificare il contenuto e le operazioni che esegue. Questo offre un grado molto elevato di sicurezza in quanto i possibili errori o vulnerabilità vengono scoperte e risolte immediatamente. Tutto ciò non vale per le soluzioni proprietarie che spesso nascondono problemi di sicurezza di cui gli utilizzatori sono del tutto ignari.

In linea generale un CRM si occupa di tutti i processi che riguardano il cliente, dalla sua acquisizione alla sua gestione. Per questo in molte organizzazioni il CRM viene esteso anche ad aree apparentemente lontane dalla gestione cliente, quali la logistica e la scelta dei fornitori. Questo a ben vedere non è strano in quanto sono proprio i servizi erogati al clienti e la qualità dei prodotti venduti che consentono di soddisfare la clientela

Dipende molto dal tipo di flussi che si desidera gestire, in linea generale il processo di implementazione ha comunque bisogno di un team esperto di consulenti che riescano ad identificare i bisogni primari del progetto, evitando di farlo diventare troppo banale o troppo complesso. Una volta strutturato ed implementato il progetto è necessario procedere con gli step di integrazione e di configurazione. Infine è importante dedicare del tempo alla formazione del personale che risulta essere determinante per la buona riuscita ed efficacia del progetto.

Se fino a poco tempo fa non era necessario per un’impresa dotarsi di un CRM, oggi l’esigenza si è fatta più impellente in quanto sono rapidamente cambiati:
– gli strumenti con cui dialoghiamo con i clienti: mail, chat, social network
– la localizzazione dei team di lavoro: sempre più distribuiti in diversi paesi 
– la velocità con cui il cliente richiede risposte: sempre più in tempo reale e in qualsiasi luogo esso si trovi;
– le performance richieste al team di lavoro: sempre più efficiente e produttivo per ottenere un vantaggio competitivo;

Semplicemente osserva le persone con cui collabori e come gestiscono le mail, le telefonate, i diversi documenti che provengono o che vengono inviati ai clienti e tutti i processi aziendali relativi ad essi. Se i dati vengono archiviati su fogli di calcolo, manca coordinazione tra le persone, vi sono ritardi e dimenticanze ed il servizio al cliente non è ottimale allora hai bisogno di un CRM.

F.A.Q.

Formazione per principianti

Tipicamente le fasi principali sono: analisi dei bisogni, piano di sviluppo per step, implementazione e integrazione dei sistemi principali presenti nell’organizzazione, formazione, verifica dei risultati e riprogrammazione verso nuovi bisogni da soddisfare. I progetti possono durare molti anni e possono cambiare nel tempo come le organizzazioni che li utilizzano.

Prima di tutto l’esperienza ed il Know How di chi me lo sta proponendo (ad esempio il numero di progetti implementati o le referenze a disposizione). In secondo luogo il tipo di applicativi che mi vengono proposti: meglio evitare soluzioni proprietarie e soluzioni prodotte in paesi in cui le legislazioni in tema di gestione del dato sono diverse da quella italiana e/o europea. Infine la prossimità, il produttore e l’organizzazione che mi propone la soluzione devono essere vicine culturalmente e fisicamente al cliente per non incorrere nel rischio di installare programmi molto belli ma del tutto fuori contesto rispetto alla realtà di chi li utilizza.

Per il semplice motivo che contengono il vero patrimonio aziendale, i dati dei tuoi clienti. Le organizzazioni aziendali valgono in quanto riescono a soddisfare ed accrescere la propria base clienti. Se questi dati sono a rischio lo è anche il core aziendale come il futuro aziendale.

In realtà è vero il contrario, in quanto il codice sorgente essendo aperto consente a tutti di verificare il contenuto e le operazioni che esegue. Questo offre un grado molto elevato di sicurezza in quanto i possibili errori o vulnerabilità vengono scoperte e risolte immediatamente. Tutto ciò non vale per le soluzioni proprietarie che spesso nascondono problemi di sicurezza di cui gli utilizzatori sono del tutto ignari.

In linea generale un CRM si occupa di tutti i processi che riguardano il cliente, dalla sua acquisizione alla sua gestione. Per questo in molte organizzazioni il CRM viene esteso anche ad aree apparentemente lontane dalla gestione cliente, quali la logistica e la scelta dei fornitori. Questo a ben vedere non è strano in quanto sono proprio i servizi erogati al clienti e la qualità dei prodotti venduti che consentono di soddisfare la clientela

Dipende molto dal tipo di flussi che si desidera gestire, in linea generale il processo di implementazione ha comunque bisogno di un team esperto di consulenti che riescano ad identificare i bisogni primari del progetto, evitando di farlo diventare troppo banale o troppo complesso. Una volta strutturato ed implementato il progetto è necessario procedere con gli step di integrazione e di configurazione. Infine è importante dedicare del tempo alla formazione del personale che risulta essere determinante per la buona riuscita ed efficacia del progetto.

Se fino a poco tempo fa non era necessario per un’impresa dotarsi di un CRM, oggi l’esigenza si è fatta più impellente in quanto sono rapidamente cambiati:
– gli strumenti con cui dialoghiamo con i clienti: mail, chat, social network
– la localizzazione dei team di lavoro: sempre più distribuiti in diversi paesi 
– la velocità con cui il cliente richiede risposte: sempre più in tempo reale e in qualsiasi luogo esso si trovi;
– le performance richieste al team di lavoro: sempre più efficiente e produttivo per ottenere un vantaggio competitivo;

Semplicemente osserva le persone con cui collabori e come gestiscono le mail, le telefonate, i diversi documenti che provengono o che vengono inviati ai clienti e tutti i processi aziendali relativi ad essi. Se i dati vengono archiviati su fogli di calcolo, manca coordinazione tra le persone, vi sono ritardi e dimenticanze ed il servizio al cliente non è ottimale allora hai bisogno di un CRM.